Degusto con Gusto 2016 ..Wine & Music

Luogo: Rocca del Castello di Russi

Quando: Da venerdì 03 giugno 2016 a sabato 04 giugno 2016

Degusto con Gusto 2016 ..Wine e “Magia è Donna”

Luogo: Piazza Gonzaga Solarolo

Quando: Da mercoledì 15 giugno 2016 a giovedì 16 giugno 2016

ALBANA DEI

Luogo: PIAZZETTA DELLA MOLINELLA-FAENZA

Quando: Da sabato 28 maggio 2016 a domenica 29 maggio 2016

Alla Piazzetta della Molinella saranno presenti i banchi d’assaggio con i vini finalisti, selezionati dalla giuria tecnica formata dagli esperti del settore.

Inoltre degustazioni di Sangiovese e di altri autoctoni romagnoli.

Buongiorno Ceramica!

Luogo: FAENZA

Quando: Da sabato 04 giugno 2016 a domenica 05 giugno 2016

Botteghe e laboratori ceramici al centro del programma faentino,

coordinato da Ente Ceramica Faenza.


Dal 3 al 5 giugno 2016 la seconda edizione di Buongiorno Ceramica!, progetto nazionale promosso da AiCC - Associazione Italiana Città della Ceramica e coordinato a livello nazionale da AiCC insieme a Artex (Firenze).

Strada della Romagna

un portale di Vini, Sapori e Cultura

La Strada dei Vini e dei Sapori “Strada della Romagna” nasce nel 2000 con l’obbiettivo di promuovere storia, cultura, arte ed enogastronomia della Provincia di Ravenna, proponendo al turista il piacere di una vacanza rurale dedicata alle tipicità del territorio. Si snoda tra le colline faentine e il litorale di Cervia con tre itinerari: la Via del Sangiovese sul percorso delle colline dei Comuni di Faenza, Brisighella, Casola Val Senio, Riolo Terme e la Via del Sale sul percorso delle Saline di Cervia e del Parco del Delta del Po.

 

Strada del Sangiovese

L’itinerario collega tra loro luoghi di particolare fascino storico e artistico, dalla Faenza rinascimentale e neoclassica con le sue Ceramiche artistiche alla quattrocentesca Torre di Oriolo dei fichi, dal suggestivo borgo medievale di Brisighella ai piedi delle rocce gessose dei suoi tre colli a Riolo Terme stretta attorno alla sua antica rocca, a Casola Valsenio tra luoghi storici, antiche torri d’avvistamento e Pievi romaniche e in fine Castel Bolognese rilevante centro agricolo che si sviluppa lungo la via Emilia.

Passando attraversando i calanchi delle prime colline, tra viti, ulivi, pini, cipressi e ginestre, si giunge alla zona della “Vena dei gessi romagnoli” con la sua area ricca di grotte naturali, particolarmente attraente per appassionati della natura e della speleologia.

Elemento di unione del territorio, oltre alla storia e al paesaggio, sono soprattutto i Sapori delle sue produzioni tipiche e della sua gastronomia. Primi tra tutti i vini con le pregiate produzioni della Romagna DOC: Sangiovese, Cagnina, Albana, Trebbiano e Pagadebit, Pignoletto, delle DOC Colli di Faenza nonché degli autoctoni Centesimino e Famoso, che si possono degustare ed acquistare presso i produttori. Vi sono poi l’Olio extravergine di oliva di Brisighello DOP piccola e pregiatissima produzione e lo Scalogno di Romagna IGP, aromatico bulbo in uso nella gastronomia locale, valorizzato dalla specifica Sagra a Riolo Terme. A Casola Valsenio si trova il Giardino delle erbe officinali che influenza con i suoi aromi la cucina tradizionale di tutta la zona.

Questi e tanti altri Sapori accompagnano e stupiscono il visitatore ad ogni incontro in meravigliosa sintonia con la natura, le attività dell’uomo, le tradizioni e la storia dei luoghi.

 

Strada delle Pievi

La pianura ravennate, dalla Via Emilia fino a Ravenna e al mare, è terra di Pievi Romaniche.
Terre appartenenti a Bisanzio fino alla conquista dei Longobardi nell'anno 751, documentano ancora il radicamento del cristianesimo originario con la loro architettura e la loro storia. In quell'epoca la pianura scendeva verso il mare dalla via Emilia, prima visibilmente centuriata poi degradava verso le estese valli e le zone paludose che cingevano Ravenna.  Il territorio reca ancora ben visibili le tracce della civiltà delle valli e delle erbe palustri. 

Le Pievi Romaniche punteggiano ancora la pianura e propongono un itinerario di visita storico artistico che si coniuga ad un'esperienza del territorio più vasta, che abbraccia le cittadine, il paesaggio rurale, i prodotti della campagna, la sua gastronomia, romagnola e schietta come la gente.

 

Strada del Sale

Il sale ha sempre rivestito fin dall’antichità un ruolo di grande importanza, tanto da essere considerato una delle maggiori ricchezze di cui potesse disporre una nazione. I miliziani venivano retribuiti col sale, da cui il termine salario. Il controllo della produzione e della commercializzazione di questa merce rivestiva, per questo motivo, un ruolo strategico. Sono i Romani a fare della produzione del sale una vera e propria industria.

Molto probabilmente le saline di Cervia risalgono al tempo degli Umbri, quando le popolazioni durante la buona stagione scendevano dalla valle del Savio verso il mare per rifornirsi di sale oppure da coloni greci i quali fondarono Ficocle, l’antica madre di Cervia, il cui nome deriva da phycos, alga e cocleo, celebro significando così “luogo noto per le alghe”, quel biso così diffuso un tempo nei canali e nei bacini delle saline.

Il sale di Cervia, presidio Slow Food, è un sale marino integrale prodotto, raccolto e confezionato secondo il metodo tradizionale. Non essiccato artificialmente, mantiene le sua naturale umidità consentendo la presenza di tutti gli oligoelementi presenti nell'acqua di mare. Da sempre è conosciuto come un sale dolce, per una limitata presenza di sali amari, come i solfati di magnesio, calcio, potassio e il cloruro di magnesio

La Salina di Cervia è porta di accesso a sud del Parco Regionale del Delta del Po ed è considerata un ambiente di elevatissimo interesse naturalistico e paesaggistico, popolato da specie rare come i Fenicotteri, i Cavalieri d'Italia, le Avocette e altre specie protette.

Questo territorio ricco di bellezze naturali, tradizione, cultura e storia, si presta quindi a numerose attività all’insegna del benessere, del divertimento e del relax: passeggiate in bici, a cavallo e a piedi lungo i viottoli delle pinete, escursioni in barca elettrica lungo i canali e le terme che utilizzano i fanghi ricchi di sale e capacità curative delle saline.

Mostre ed eventi animano Cervia: visite al Museo del Sale di Cervia, un piccolo grande museo dove i volti e le storie dei salinari raccontano la magia del sale, i Magazzini aperti a numerose mostre ed eventi, mentre Milano Marittima la più glamour e frizzante delle località cervesi offre shopping e intrattenimento per i più modaioli. Inoltre con un di arenile caratterizzato da sabbia finissima e un mare estremamente sicuro, il litorale cervese è particolarmente indicata per le vacanze familiari e dei bambini.

Scopri:

Le offerte dei soci

Strada della Romagna

Faenza in Arte

Offerta sempre valida

Più informazioni

Le offerte dei soci

Azienda Agricola Trerè

offerte invernali

Agriturismo e golf

Offerta sempre valida

Più informazioni

Artigianato

Ceramica

Più informazioni

Prodotti tipici alimentari

Frutta

Più informazioni