Ortaggi e verdura

Scalogno, Carciofo Moretto

Scalogno di Romagna

Indicazione geografica tipica del 24/11/97. Bulbi commestibili della liliacea Allium ascalonicum, di antichissima coltivazione. Una vera e propria prelibatezza gastronomica, impiegata in una vastissima gamma di piatti e condimenti tipici della collina faentina. Ha notevoli proprietà dietetiche e medicamentose. Sono utilizzabili i bulbi freschi o sott’olio oppure le foglie tagliate finemente. Zona di produzione: alta pianura e colline di Faenza: areale con centro a Riolo Terme.

 

Carciofo Moretto di Brisighella

Il carciofo è largamente coltivato in tutta l’area del Mediterraneo e a Brisighella, grazie al particolare clima e al terreno argilloso assume caratteristiche di colore e sapore uniche ed inimitabili

Il “Moretto” rappresenta una varietà rustica del carciofo sulla quale non sono stati fatti interventi genetici.

Un ortaggio autoctono, biologico e succulento che nasce spontaneo nei tipici calanchi dell’Appennino brisighellese.

La pianta del “Moretto” è formata da un cespuglio che può raggiungere il metro e mezzo di altezza, il fusto eretto con getti basali denominati “carducci” vengono usati per la riproduzione.

Le foglie, invece, sono di colore verdi-grigiastre, grandi e spinose. Il suo sapore è leggermente amaro, ma al contempo fresco ed appetitoso.