Lom a Merz

Lom a Merz

Anche quest’anno si rinnova in Romagna l’antica tradizione dei Lom a Merz: festa antichissima, durante la quale fra la fine di febbraio e gli inizi di marzo,  si bruciavano nei campi i sarmenti costituiti da tralci della potatura, e il maligno portatore di sventure, traendone auspici per i raccolti futuri.
Letteralmente infatti si può tradurre come fare “luce a Marzo” quindi dare il benvenuto alla nuova stagione, per  facilitarne la venuta e per scacciare l’inverno, nella speranza di avere una buona annata agricola.
I fuochi duravano per ore e ore mentre uomini e donne e bambini si radunavano lì attorno per scaldarsi e fare lume a marzo,  ovvero illuminare il mese che veniva auspicando portasse la primavera e tutto ciò che comportava.

La tradizione continua a perpetuarsi in tutta la Romagna, dalla collina alla pianura, con tanti fuochi che rischiarano le campagne.

Programma di Domenica 3 Marzo:

Alle ore 12.30 nel parco della torre un punto ristoro proporrà per tutta la giornata specialità della tradizione romagnola prodotte dalle aziende agricole di Oriolo, mentre nella vicina oasi del gusto i visitatori potranno trovare vini, succhi di frutta, confetture, farine di grani antichi, olio, formaggi e altri golosi prodotti in degustazione e in vendita.
Alle ore 14 la natura che si risveglia sarà al centro della passeggiata “Le erbe di Oriolo” a cura di Luciana Mazzotti. Camminando lungo il Sentiero dell’Amore si imparerà a riconoscere le erbe spontanee di stagione e il loro possibile utilizzo nella vita di ogni giorno. Alla stessa ora partiranno i giochi popolari della tradizione romagnola: nessun limite di età per passatempi divertenti e adatti a tutta la famiglia!
Il pomeriggio proporrà anche un’interessante riflessione sul ruolo dell’azdòra romagnola nell’economia della campagna. A guidare l’incontro, con inizio alle ore 15, sarà il professor Mario Gurioli insieme a una rappresentanza di azdòre di Oriolo “con le mani in pasta”. L’atmosfera magica dei Lòm a Mêrz inizierà a riempire l’aria alle ore 17.45 con “Cantì, Balì Burdel!”, il concerto del contadino e musicista Pietro Bandini, in arte Quinzàn, che presenterà il nuovo audiolibro con canzoni della tradizione romagnola per bambini illustrato da Marilena Benini.
Poco dopo, al calar del sole, sarà acceso il grande falò propiziatorio nel quale saranno bruciati simbolicamente, insieme a rami secchi e resti delle potature, i freddi e le fatiche dell’invero, invocando con il tradizionale scongiuro propiziatorio una primavera benevola per la campagna. Alle ore 19.45 Mirco Villa, autore del volume “A pancia piena si ragiona meglio”, spiegherà come nasce un libro che racconta la Romagna, mentre i canti e le danze attorno al fuoco continueranno fino alle ore 23.
In caso di maltempo l’evento sarà replicato lunedì 4 marzo con inizio alle ore 17.

Per informazioni:
333 3814000
info@torredioriolo.it

Tre giornate dedicate alla tradizione Lòm a Merz, il falò propiziatorio che veniva acceso i primi di marzo per celebrare l’arrivo della primavera.

Programma di Venerdi 1 Marzo:

PROROGRAMMA DOEMNICA 3 MARZO

Dalle ore 19.00:
– Visita alla cantina: possibilità di degustazione e acquisto dei vini e altri prodotti dell’azienda.
– Accensione del falò propiziatorio
-Serata in compagnia di Fabiana Montie la sua fisarmonica 

A seguire cena in agriturismo su prenotazione a base di baccalà: 

Patate lesse aromatizzate aglio e prezzemolo con scaglie di baccalà
Risotto bianco al baccalà e gamberetti
Baccalà al forno con olive taggiasche
Baccalà fritto in guazzetto
Patate rustiche
Erbe di campo saltate in padella
Mousse di ricotta con composta ai frutti rossi

Bevande, caffè, liquori inclusi € 30,00 

Programma di Sabato 2 Marzo:

Dalle ore 19.00:
– Visita alla cantina: possibilità di degustazione e acquisto dei vini e altri prodotti dell’azienda 
– Accensione del falò
– Serata in compagnia Liliana Vivoli che ci parlerà delle donne nel mondo contadino di una volta

A seguire cena in agriturismo su prenotazione:

Antipasto contadino
Nidi di rondine pasticciati in forno
Gnocchetti al ragù
Spezzatino di capretto
Purè di patate
Piselli e prosciutto
Latte brulé
Dolci di carnevale

Bevande, caffè, liquori inclusi € 28,00 

Programma di Domenica 3 Marzo:

Dalle ore 15.00 cominceranno gli eventi:
– “Il duo solare” musica allegra e popolare con Gianfranco e Giuseppe
– Visita alla cantina: possibilità di degustazione e acquisto dei vini di nostra produzione, sfusi e in bottiglia
– Il gioco della pentolaccia di carnevale per tutti i bambini
– Gigi Franzoni e i giocattoli di un tempo
– I profumi dei dolci della tradizione fatti e cotti nel forno a legna da Tonino
– Come una volta: nel paiolo la coppa di testa. Cotta e mangiata
– Antonella Minardi e il suo croccante artigianale
– “Arcord dla Campagna” (ricordi di campagna), antichi mestieri con Mario Scalorbi 
– Giuseppe Neri e l’antica arte della lavorazione dei vimini
– accensione del fuoco all’imbrunire

Sarà disponibile in questa giornata un ottimo menù da gustare al caldo 

Polenta con ragù
Piadina romagnola con salsiccia ai ferri, affettati e formaggi
Dolci di carnevale
Vin brulè gratis per tutti!!!

In questa giornata, saranno con noi anche:

Azienda Agricola Caboi Claudia e Figli con i suoi formaggi di pecora
Az. Agr. biologica Minardi Antonella con le sue confetture di frutti dimenticati
Jonathan Leonelli con il suo zafferano, tartufo e la filatura della lana.

Per informazioni e prenotazioni:

0546 70715
339 4939961 Lea
339 493 9961 Fabio
gardi.fabio@libero.it

Anche quest’anno alcune località lungo il fiume Lamone organizzano una serie di serate con l’accensione delle tradizionali “focarine”, grigliate e buffet partecipati, per festeggiare e far rivivere insieme i riti della nostra terra.

Programma di venerdì 1 marzo: 

Dalle ore 20 Villanova di Bagnacavallo e Santerno festeggeranno insieme sull’argine sinistro e destro del Lamone, presso il ponte della Pace, con una grande grigliata, annaffiata da un ottimo vin brulé e arricchita con dolci della tradizione locale

info Ass. Culturale Civiltà Erbe Palustri 0545.47122 – Comitato Promotore Santerno 328.2820989

Traversara accenderà il falò nel piazzale dell’ex cinema con fuoco e pancetta messi a disposizione dall’organizzazione, mentre ciascuno potrà portare ciò che vuole da cucinare alle griglia

info 338.4965956

Programma di sabato 2 marzo:

A Casaglia ritrovo alle ore 17 nella piazza principale e successivo trasferimento ai prati a fianco della SR302, l’accesione del fuoco e la festa presso il circolo ricreativo

prenotazione obbligatoria 2 giorni prima allo 055.8402810

A Cà Sgnurena  (via Accarisi 242 a Pieve Cesato), è prevista l’accensione del falò alle 17 con visita guidata alla casa museo di Valeriano Tassinari e un grande buffet romagnolo con piadina, salsiccia e pancetta ai ferri

prenotazione obbligatoria 2 giorni prima al 328.0134687

Dalle ore 18 presso l’Orto Biologico Radisa di Santerno (via Santerno Ammonite-Angolo via Minguzzi) festeggerà con un grande bio buffet partecipato attorno al falò animato da balli e muscia popolare con le Femme Folk

info 338.3829583

Si riconferma l’appuntamento con La Corsa dal Fugarén: a spas da i capèn a l’êrzan de’ Lamon, camminata non competitiva a carattere ricreativo ludico motorio aperta a tutti, organizzata da G.S. Lamone Russi, in collaborazione con l’Associazione Culturale Civiltà delle Erbe Palustri. Il ritrovo e le iscrizioni sono previsti a partire dalle ore 14 presso l’etnoparco “Villanova delle Capanne”.

Per informazioni: www.gslamone.blogspot.it 335.6933050

Programma di Sabato 2 Marzo:

Il tradizionale falò verrà acceso con la potatura del vigneto come buon auspicio per una primavera prosperosa.
Nel braciere sarà possibile arrostire salsiccia e pancetta con il bachetto di vimini.

Menù
Bachetto di vimini
Salsiccia e pancetta
Cipolla con aceto e saba
Ficattola e piadina al testo
Brulé e ciambella
Vino acqua e caffè

16€ adulti 10€ bambini

Prenotare il tavolo al 054671907

In caso di maltempo contattare l’azienda

Non c’è cultura, non c’è futuro senza solide e forti radici nelle tradizioni del territorio in cui si vive

Programma di Venerdì 1 Marzo:

– Ore 19.45
Accensione del fuoco propiziatorio
– Ore 20
Cena con prodotti dell’azienda e del territorio per maggiori informazioni e menù consultare la nostra pagina Facebook o il sito (su prenotazione)
– Serata conviviale: “Bëla burdèla fresca e campagnöla” a trebbo con Vanda Budini esperta di tradizioni popolari.
– In allestimento opere di Mirco Villa: “La Romagna dal Territorio alla Tavola” la mostra fotografica si ispira a due libri Il bello di mettere i piedi sotto la tavola e “A pancia piena si ragiona meglio”. La cucina è cultura, la cultura è tradizione, quella romagnola ha origini antiche e un forte legame con le tradizioni contadine e il territorio.

Programma di Domenica 3 Marzo:

 Ore 12.30
-A tavola con i piatti delle Azdore; piatti tratti dal libro “A pancia piena si ragiona meglio” sarà presente l’autore Mirco Villa.
(su prenotazione – maggiori informazioni sul sito dell’azienda e Facebook )
Dalle ore 15
– Laboratori ludico/creativi gratuiti per bambini e adulti “La stampa a ruggine” con l’artista – stampatore Egidio Miserocchi laboratorio di stampa su carta. miserocchi1@alice.it
– “Creare con la terra” laboratorio a cura di Elisa Grillini ceramista info@elisagrillini.info
– “Trame del bosco” cesteria e arte dell’intreccio a cura di Arianna Ancarani www.tramedelbosco.it
– La Betta arte del macramè, intrecci antichi e moderni il filodiombretta@gmail.com
-L’arte del ferro battuto a cura di Aurelio Brunelli
– Dalla cucina, nel pomeriggio si potranno gustare: piadine, salumi, vin brulé …e dolci di carnevale
– All’imbrunire accensione del fuoco propiziatorio
– In allestimento “La Romagna dal territorio alla Tavola” mostra fotografica ispirata ai due libri Il bello di mettere i
piedi sotto la tavola e A pancia piena si ragiona meglio del fotografo Mirco Villa

Per info e prenotazioni:

0544 551051
338 9779804
info@caridolfi.it

Programma di Venerdì 1 Marzo:

Tagliatelle al lume dei fuochi Accolti dal calore del fuoco propiziatorio, la serata proseguirà con una cena in cui
protagonista sarà la pasta fatta in casa che, grazie all’operato delle instancabili azdore di una volta, è ancora oggi una delle eccellenze della cucina romagnola.
Daremo il benvenuto agli ospiti con la pizza fritta e, a seguire, il menù prevede tre tipi di tagliatelle servite a volontà e dolci della tradizione.
La cena si svolgerà a lume di candela, in modo da ammirare il fuoco che accenderemo nella nostra aia.
20 euro a persona (bevande escluse).
Prenotazione obbligatoria

Programma di Sabato 2 Marzo:

Falò e calanchi: la notte dei Lòm a Mêrz nella valle del Senio 
Quanti fuochi illuminano la valle del Senio, nella notte dei Lòm a Merz?
Romagna Sentieri e Agriturismo Rio Manzolo organizzano una notte diversa, dove i protagonisti sono proprio i falò di marzo. Si parte dall’agriturismo Rio Manzolo per una camminata fino alla Torre del Marino, che domina la vallata del Senio. Da qui, approfittando della terrazza panoramica che guarda verso
sud-ovest, attenderemo la notte e con essa l’accensione dei fuochi nella vallata. Qui sarà con noi Beppe Sangiorgi, storico delle tradizioni popolari, con aneddoti, racconti e leggende del passato locale. Rientro in notturna all’Agriturismo Rio Manzolo dove ci sarà l’accensione del falò e la cena. 

Il costo è di 25€ a persona e include cena ed escursione. Ritrovo ore 16 e cena ore 20.
Prenotazione obbligatoria al 348 3523188 (Romagna Sentieri) oppure 339 7990144 (Rio Manzolo)

Per info e prenotazioni:
0546 89084
339 7990144

Lascia un commento

1 × cinque =